L’idea di raccogliere le esperienze di insegnanti ed educatori è nata dalla collaborazione con una insegnante di sostegno di una scuola dell’infanzia del Comune di Modena. Le era stata affidata una bimba Prader-Willi di tre anni e con creatività ed ingegno aveva costruito un piano d’azione personalizzato, progettato in modo adeguato alla complessità del caso per finalità e strumenti impiegati.

Questa prima documentazione, realizzata in itinere, ha evidenziato come il lavoro di un singolo insegnante possa diventare una fonte di informazioni e proposte per educatori e insegnanti di sostegno in tutta la regione e non solo. Partendo da questa considerazione si è scelto di raccogliere, in maniera organizzata, esperienze e testimonianze da tutti gli ordini scolastici (dal nido alle superiori) e dalle strutture d’accoglienza e occupazionali in modo da ottenere testimonianze su esperienze di supporto scolastico e lavorativo.

Per documentare le esperienze sono stati proposti diversi strumenti: griglie, interviste con insegnanti e operatori, relazioni scritte supportate a volte anche da materiale multimediale, immagini e filmati.

Attraverso queste pagine si vuole dare uno spazio alla documentazione di esperienze che possano rappresentare una risorsa sia per gli operatori che si trovano spesso a lavorare senza indicazioni e linee guida, sia per le famiglie coinvolte nella sindrome.

Si invitano pertanto insegnanti e operatori ad inviare la loro testimonianza per contribuire ad accrescere continuamente questa raccolta di esperienze.

Testi a cura di Rossana Grossi, psicologa dell’Associazione Prader-Willi Emilia Romagna.
Raccolta, elaborazione e pubblicazione: Mila Benati, MEMO Multicentro Educativo del Comune di Modena.